Morus nigra

Morus nigra
Morus nigra
Morus nigra

Tipologia

Albero 3° grandezza

Nome comune
Gelso nero, Moro nero


Famiglia
Moraceae


Tag

    Habitus

  • Albero 3° grandezza

    Esposizione

  • Sole

    Fogliame

  • Caduco

    Portamento

  • Arrotondato

    Colore del fiore

  • Non significativo

    Periodo di fioritura

  • 04-Aprile
  • 05-Maggio
  • 06-Giugno
  • 07-Luglio

    Zona climatica

  • 5

    Continente di origine

  • Asia

Aggiungi i prodotti al preventivo







Vai al preventivo

Caratteristiche botaniche

Il Morus nigra è un albero deciduo, a volte cespuglio arborescente, con chioma rotonda e allargata, tronco corto, spesso tortuoso, corteccia grigia rugosa. Foglie cordiformi alla base o ovaliformi, semplici o irregolarmente lobate, ruvide sulla pagina superiore, pubescenti di sotto. Pianta monoica con infiorescenze maschili e femminili separate ma sulla stessa pianta in amenti verdi. Frutti (sorosii) composti da piccole drupe, di colore rosso vivo o neri, commestibili.

 

Caratteristiche agronomico-ambientali

Predilige terreni moderatamente fertili, umidi ma ben drenati. Si adatta a terreni poveri e calcarei. Alta resistenza alla siccità e all’inquinamento atmosferico. Va posizionato in pieno sole, con esposizioni calde e protette da venti freddi.

 

Utilizzo

Il Morus nigra viene introdotto in Italia nell’antichità, coltivato per i frutti. Da utilizzare in parchi e giardini, come esemplare isolato. Interessante nel verde pubblico per la sua resistenza a terreni siccitosi e all’inquinamento. Fa parte delle specie autoctone o naturalizzate previste nel PSR 2014-2020 della Regione Veneto per la costituzione di siepi campestri, fasce tampone o boschetti.

 

Origine

Estremo oriente.