Morus alba

Morus alba
Morus alba
Morus alba

Tipologia

Albero 3° grandezza

Nome comune
Gelso comune, Gelso bianco, Moro bianco


Famiglia
Moraceae


Tag

    Habitus

  • Albero 3° grandezza

    Esposizione

  • Sole

    Fogliame

  • Caduco

    Portamento

  • Arrotondato

    Colore del fiore

  • Non significativo

    Periodo di fioritura

  • 04-Aprile
  • 05-Maggio

    Zona climatica

  • 5

    Continente di origine

  • Asia

Aggiungi i prodotti al preventivo











Vai al preventivo

Caratteristiche botaniche

Il Morus alba è un albero a foglia caduca di piccole o medie dimensioni, a crescita rapida, alto fino a 10 metri, con tronco corto e chioma globosa. Foglie cordate o ovatolanceolate, talvolta lobate, verde scuro, lucide, gialle in autunno. Pianta monoica con infiorescenze maschili e femminili separate ma sulla stessa pianta in spighe pendule poco appariscenti. A fine estate produce infruttescenze composte da piccole drupe, sorosii, che assomigliano a more, di color bianco o rosato, a volte porpora scuro, eduli.

 

Caratteristiche agronomico-ambientali

Predilige terreni moderatamente fertili, umidi ma ben drenati. Si adatta a terreni poveri e calcarei, anche sabbiosi. Alta resistenza alla siccità e all’inquinamento atmosferico. Va posizionato in pieno sole, con esposizioni calde e protette da venti freddi.

 

Utilizzo

Il Morus alba viene coltivato in passato per lungo tempo come pianta per la bachicoltura. In campagna veniva disposto a filari; Anche come pianta da ombra nel cortile della casa colonica. Da utilizzare in parchi e giardini, anche piccoli, come esemplare isolato. Interessante nel verde pubblico per la sua resistenza a terreni siccitosi e all’inquinamento. Fa parte delle specie autoctone o naturalizzate previste nel PSR 2014-2020 della Regione Veneto per la costituzione di siepi campestri, fasce tampone o boschetti.

 

Origine

Cina.